Autopsie Canore

Analisi Illogiche di Testi di Canzoni Surreali

Anna Tatangelo la regina dei ghei

Quest’oggi vi propongo un brano molto discusso, un pò come tutti i suoi, della nostra cara Tantangelo Anna. Trattasi della canzone a sfondo omosessuale che teoricamente voleva essere solidale nei confronti di questo mondo tanto temuto e si è trasformata in una vera e propria tragedia.

Il mio amico che non dorme mai di notte
Resta sveglio fino a quando da mattina
Con il viso stanco e ancora di po’
Di trucco lascia
I sogni chiusi dentro ad un cuscino
Il mio amico ha molta luce dentro gli occhi
Per guardare chi non c’è
Fa di tutto per assomigliarmi tanto vuole amare come me

Il suo amico che se non dorme mai di notte molto probabilmente dormirà di giorno, ancora molto probabilmente dev’essere una drag queen che molto stancamente va a dormire senza struccarsi. Un tempo i sogni erano chiusi nel cassetto, ma si sa che i tempi cambiano e con l’omofobia che impazza i sogni uno se li mette nel cuscino che non si sa mai. La luce dentro agli occhi del suo amico serve per avere le allucinazioni. La Tatangelo dimostra anche di avere delle manie di grandezza perchè sostiene che questo suo amico voglia emularla in tutto e per tutto. Non ci avrà mica provato con Gigi?

Il mio amico s’incammina per la strada
Fa un accenno e ti saluta col sorriso
Nel suo sguardo attento e un poco malizioso
Per avvicinarsi trova mille scuse
Il mio amico avvolto dentro l’amarezza
Mi fa tanta tenerezza
Anche quando nasce l’alba più sicura
Poi di notte gli regala la paura

Il suo amico cammina per la strada. E’ una tipica azione omosessuale. Difatti il suo amico cerca di avere incontri ravvicinati del terzo tipo inventando una serie di scuse per le quali molto probabilmente dopo verrà linciato. Annina però s’intenerisce e c’è una frase un pò tizianesca su un’alba sicura che di notte regala paura.

Dimmi che male c’è
Se ami un altro come te
L’amore non ha sesso
Il brivido è lo stesso
O forse un po’ di più
Dimmi che male c’è
Se ami un altro come te
Se il cuore batte forte
Dà la vita a quella morte che vive dentro te…

All’apice della sua creatività, Anna si chiede che male ci sia ad essere gaii. Infatti non c’è nessun male. Il male è che tu scrivi delle orripilanti canzoni per loro. Il brivido provato da un gay innamorato è uguale a quello di un etero o è anche di più?

Interrogativi da sottoporre ai migliori esperti nel campo.

Il mio amico cerca un nuovo fidanzato
Perché l’altro già da un pezzo l’ha tradito
Dorme spesso accanto a me dentro al mio letto
E si lascia accarezzare come un gatto
Il mio amico mi confida le sue cose
Anche quelle che non sa
Poi mi guarda mentre spegne il suo sorriso
Spera sempre in quell’amore che non ha

Questo amico vive di macanze. Cornutello il poveretto chiede asilo politico nel letto di Anna. Senza che Gigi (evidentemente) protesti, rimane a dormire con lei ed in mancanza di altro lascia che Anna lo accarezzi e lo usi come un animale domestico. E poi ci vengono a dire che l’ha scritta a favore…

Il suo amico che vive di mancanza e guarda le cose che non ci sono, confida anche le cose che non sa e al posto di spegnere la luce prima di dormire, spegne il suo sorriso. E chissà perchè questo accade guardando Anna.

Nel cammino dell’amore
Scende sempre quel dolore dentro te
C’è chi ti guarda con disprezzo
Perché ha il cuore di un pupazzo dentro
Se a chi dice che non sei normale
Tu non piangere su quello che non sei
Lui non sa che pure tu sei
Uguale a noi e che siamo figli dello stesso Dio

Anna lo mette in guardia, dice di diffidare da quella gente che pensa male di lui, perchè ha il cuore di un pupazzo dentro. A parte che i pupazzi non ce l’hanno il cuore, forse voleva dire questo. Il suo amico che soffre di mancanze non deve soffermarsi su quello che non è, altrimenti aggiungendo il tutto a quello che non vede e a quello che non sa, ne viene fuori un bel casino. C’è una serie di “sei” “non sei” “siamo” che altro che Amleto. La conclusione è che siamo tutti belli e tutti perfetti perchè dio ci volle così.

Anna e le sue mancanze che sono state riempite

Anna e le sue mancanze che sono state riempite


Post a comment