SIDEBAR
»
S
I
D
E
B
A
R
«
La differenza tra Tiziano Ferro e l’universo
novembre 19th, 2011 by sally

Bentornati nel nostro ambulatorio, oggi il nostro paziente è un vero e proprio tormentone, tormentante e tormentato che ovviamente non poteva essere opera che dell’egregio Tiziano Ferro, il Vate dei nostri giorni.

Tornato alla ribalta, Tiziano Ferro ci propone un brano contorto, controverso e frantumante (spero abbiate colto il senso del frantumato) intitolato “La differenza tra me e te“, troviamo un Tiziano che si confronta e che si lamenta di se stesso, insoddisfatto della propria personalità. Procediamo con l’analisi:

La differenza tra me e te

Non l’ho capita fino in fondo veramente bene

Me e te

Uno dei due sa farsi male, l’altro meno

Però me e te

E’ quasi una negazione.

Al solito, ci risulta molto complesso decriptare i brani di Tiziano Notizia, ci proviamo con grande passione perché ci piace svelare le contraddizioni e, chiaramente, le differenze. Tiziano Ferro fa un’analisi di se stesso, confrontandosi con il suo alter ego, ormai da tempo sappiamo che l’artista soffre di problemi di doppia personalità. Guardandosi allo specchio come un giovane De Niro in Taxi Driver, Notizia si rende conto di non essersi mai capito, ma in tutta questa incomprensione scova una parte autolesionista e poi una misteriosa negazione, forse perché entrambe le sue personalità fremono per emergere e tentano di annullarsi reciprocamente, con risultati devastanti che si ripercuotono su milioni di italiani via radio.

Io mi perdo nei dettagli e nei disordini, tu no

E temo il tuo passato e il mio passato

Ma tu no.Me e te, è così chiaro

E sembra difficile.

Per Tiziano Ferro ciò che è chiaro è anche complicato: la sua parte strafottente non si preoccupa del suo passato, ma la parte ansiogena assolutamente sì e non fa che complicare le cose che, seppur chiare, sembrano al contempo contorte, perché si sa, la contraddizione nel cervello di Notizia fa da padrona.

La mia vita

Mi fa perdere il sonno, sempre

Mi fa capire che è evidenteLa differenza tra me e te.

Poi mi chiedi come sto

E il tuo sorriso spegne i tormenti e le domande

A stare bene, a stare male, a torturarmi, a chiedermi perchè.

A questo punto del brano ci rendiamo conto del tormento reale di Tiziano Notizia Ferro, che soffre perché continuamente punzecchiato dalla sua parte sadica, ma talmente sottomesso a quella parte da rallegrarsi nel vederla.

La differenza tra me e te

Tu come stai? Bene. Io come sto? Boh!

Me e te

Uno sorride di com’è, l’atro piange cosa non è

E penso sia un errore.

Momento Marzulliano, il nostro artista si pone delle domande e si risponde da solo, la genialità delle sue parole trapela nel momento in cui viene rivelato lo stato d’animo delle due personalità: una perennemente soddisfatta, l’altra vive la condizione opposta ed è quella preminente nei brani del nostro Vate.

Ah, io ho molte incertezze, una pinta e qualche amico

Tu hai molte domande, alcune pessime, lo dico

Me e te, elementare

Non vorrei andare via.

Tiziano Notizia riconosce che una parte di lui è molto più solitaria, la parte più debole tuttavia non vuole lasciare mente e corpo del cantante, spera ancora di poter ottenere il dominio, ma tutto è assolutamente improbabile e lascia presagire l’arrivo di nuovi e contorti brani in classifica.

Uno sorride di com’è, l’altro piange cosa non è

E penso sia bellissimo

E penso sia bellissimo.

In tutta questa sofferenza nel non potersi mai completare nè tantomeno auto-estirpare, Tiziano Notizia Ferro scopre che alla fine è meglio prendere le cose con positività e ottimismo, pertanto tutte le differenze si annullano e se prima erano un errore, adesso diventano qualcosa di “bellissimo”. Ed infatti possiamo affermare a gran voce che è così, se non ci fossero due personalità a scontrarsi con viulenza, noi non potremmo leggere ed ascoltare certe perle. Alla fine di questo articolo, però, scoprirete una realtà ben più inquietante…

Tiziano Ferro elenca le sue personalità

Le personalità di Tiziano Ferro sono tre.

Dedicata all’anagramma di Navi


One Response  
  • Ivan writes:
    novembre 19th, 201100:32at

    chapeau :*


Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

»  Substance:WordPress   »  Style:Ahren Ahimsa
© Autopsie Canore