Autopsie Canore

Analisi Illogiche di Testi di Canzoni Surreali

Sanremo 2017, la rinascita dell’autopsia canora

Oh, nemmeno il tempo di andare a caccia di testi nuovi da mettere sul tavolo operatorio e sono passati due anni dall’ultimo Sanremo documentato su questo blog.

Immaginate di essere stati fuori dal mondo per tutto questo tempo e di esservi risvegliati, all’improvviso, il giorno dell’inizio del Festival, quale giorno migliore per rinascere? E quale miglior modo di capire che andazzo ha preso il mondo se non confrontando il Festival di oggi con quello del 2015? Carlo Conti ha deciso di rimanere al suo posto, per fortuna al suo fianco non ci sarà Arisa che non riesce a leggere il gobbo e nemmeno Emma Marrone, ma direttamente Maria De Filippi. La Regina della tv ha deciso di muovere un altro passo e conquistare anche la Rai e, tanto per dare dimostrazione della sua onnipotenza, non prende nemmeno un compenso. Ormai ha perso il conto di tutti i programmi che presenta. Se si scorda un appuntamento, entra negli studi televisivi a caso tanto, male che vada, è un programma che conduce lei. La sera del Festival di Sanremo vi sembrerà quella del 31 dicembre, che cercate disperatamente di cambiare canale per non vedere la faccia di Mattarella e invece è sempre lì.

Un’altra cosa che – stranamente – salta subito all’occhio è Bianca Atzei, che continua imperterrita a partecipare al Festival ma a rimanere nell’anonimato: è così sfigata che nella lista dei cantanti è elencata per ultima. La novità, rispetto al 2015, è che adesso ha una pagina su Wikipedia che parla di lei; fun fact, nel 2015 si presentava con “Il solo al mondo”, torna due anni dopo con “Ora esisti solo tu”: la storia di “Castaway” al femminile. Bianca Atzei finisce tra noci di cocco e granchi ma scopre di non essere a “L’isola dei famosi“, il solo al mondo è il pallone Wilson, una storia d’amore che viene confermata due anni dopo a seguito di un piccolo cedimento e tante sedute di coppia. Per un breve periodo, infatti, la cantante si era perdutamente innamorata di un paguro.

Nel 2015 c’erano i Dear Jack con “Il mondo esplode”, però il mondo purtroppo non è esploso. Tuttavia hanno perso il loro spirito guida, Alessio Bernabei. Che torna in solitaria con “Nel mezzo di un applauso”, un titolo che parte già stonato, chissà che ne verrà fuori sul palco dell’Ariston in questo scandaloso anno che segue la tradizione mantenendo sempre costante il livello di polemica, quest’anno incentrata prevalentemente sull’assenza di Beppe Vissicchio. E su questo ci vuole un minuto di silenzio.

Minuto di silenzio

Quest’anno sono riusciti a esiliare Moreno in Honduras tra mosquitos, le bestemmie di Massimo Ceccherini e protesi al seno ma comunque non riusciremo ad essere del tutto salvi: ci sarà Albano, “Di rose e di spine” è il suo pezzo, “Fa talmente male” replica Giusy Ferreri; “Portami via” urla Fabrizio Moro quando apprende la notizia di Gigi D’Alessio in gara, Ron canta “L’ottava meraviglia”, Fiorella Mannoia la contempla estasiata pensando “Che sia benedetta” e tutto questo li distrae dalla presenza di Chiara (Galiazzo). L’ex “X Factor” due anni fa era più ottimista e proponeva “Straordinario”, quest’anno sprofonda nel pessimismo di “Nessun posto è casa mia”.

Se gli anni scorsi Maria De Filippi si limitava a “inviare” gli ex concorrenti di “Amici” al festival, quest’anno ha organizzato una sorta di reunion ripescando i concorrenti della finale, con Elodie e Sergio Sylvestre. Per quanto riguarda il resto della ciurma, a parte alcuni noti come Michele Zarrillo, Samuel (Subsonica) e Paola Turci (e Clementino, dai), dove il hanno pescati quei nomi? Chi sono? Cosa vogliono da noi?

Maria De Filippi annuncia l’annessione della Rai al regno di Mediaset | © Facebook

Post a comment